Skip to content

DPO Data Protection Officer: chi é?

data protection

Il Data Protection Officer, con l’avvicinarsi della scadenza del 25 maggio 2018, comincia a prendere forma!

Questa nuova figura prevista dal Regolamento Europeo sulla protezione dei dati, sarà di fatto essenziale.

La normativa Europea prevede che tale figura di controllo e verifica delle misure di sicurezza, dovrà essere presente all’interno di realtà pubbliche e private, dove si svolgono trattamenti sui dati che possono ledere i diritti degli interessati.

Proprio per questo dovranno essere “verificate e controllate” da un professionista. Che dovrà essere indipendente dalle logiche aziendali e preposto a tale funzione.  Dovrà essere designato sulla base della conoscenza specialistica in materia di protezione dei dati. Oltre ovviamente che sul nuovo Regolamento Europeo. E’ importante quest’aspetto per evitare di cadere in figure con scarsa preparazione e una conoscenza superficiale della normativa.

Come non si può designare un proprio Manager come DPO, perchè non può esistere un conflitto di interessi.

Per selezionare quindi il proprio DPO serve possedere quantomeno le conoscenze giuridiche necessarie ad una scelta corretta e trasparente. A sua volta il DPO dovrà avere tutta la conoscenza necessaria per applicare il regolamento. Oltre alle competenze informatiche per potersi rapportare con i responsabili dei sistemi informatici.

I suoi compiti saranno quindi quelli di compiere un’analisi completa dei rischi in merito al trattamento dei dati, valutando poi ogni eventuale correzione o modifica, interagendo con i nuovi parametri del Regolamento Europeo.

Vista la complessità del lavoro da svolgere e della preparazione necessaria, pensiamo che ricercare il proprio DPO, sia un compito di PRIMARIA URGENZA.