Skip to content

La comunicazione commerciale tramite SMS o MMS, è sempre legata al consenso informato.

La comunicazione commerciale tramite SMS o MMS è possibile, ma le persone devono prima essere informate. Devono altresì acconsentirvi preventivamente nel caso di persone fisiche o potersi opporre nel caso di professionisti.

Principio generale: consenso

La pubblicità tramite SMS o MMS è possibile a condizione che le persone abbiano espresso il proprio consenso prima di essere oggetto di propaganda.

Il consenso deve essere libero, specifico, informato e inequivocabile. Per essere valido, richiede un’azione positiva e specifica da parte dell’interessato (ad esempio, una casella di controllo dedicata non preselezionata). L’accettazione delle condizioni generali d’uso non è sufficiente. L’accordo deve essere gratuito.

Esempio di informazioni su un sito web:

  • Accetto che le mie informazioni vengano utilizzate per comunicazioni commerciali.

Due eccezioni a questo principio:

  • Se la persona cercata è già un cliente della società e se la ricerca riguarda prodotti o servizi simili forniti dalla stessa società. 

In una decisione sanzionatoria, tale eccezione non può essere invocata quando non è stata effettuata alcuna vendita o prestazione di servizio, anche quando il cliente ha creato un account online (ad esempio su un sito di e-commerce). La semplice creazione di un account, infatti, non significa che ci sarà un eventuale ordine di prodotti o servizi da parte dell’azienda.

  • Se la comunicazione non è di natura commerciale (ad esempio caritatevole).

In questi due casi, la comunicazione potrebbe essere basata sul legittimo interesse dell’organizzazione . La persona deve, al momento del ritiro del proprio numero di cellulare:

  • essere informato che il loro numero sarà utilizzato a fini di comunicazione;
  • poter opporsi a tale utilizzo in modo semplice e gratuito.

In tutti i casi

Il consenso preventivo o il diritto di opposizione siano raccolti mediante una casella di spunta.

L’uso di una casella preselezionata è vietato durante la raccolta del consenso, si consiglia quindi di utilizzare una casella predefinita deselezionata, per consentire alle persone di opporsi.  

Inoltre, ogni messaggio elettronico deve:

  • specificare l’identità dell’inserzionista;
  • offrire un modo semplice per opporsi alla ricezione di nuove sollecitazioni (ad esempio con un link per cancellarsi alla fine del messaggio).

Nota: queste regole, siano esse relative alla comunicazione con privati ​​o professionisti, sono applicabili anche alla comunicazione via fax.

Documentazione allegata

Condividi:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn

Comments are closed for this article!

Dal Blog

Articoli Correlati

Tanto non ho niente da nascondere…

Hai ragione, sanno già tutto!!! Cerchiamo di capire I siti di social network oggi sono innumerevoli e vanno ben oltre i soliti Facebook, Twitter, Instagram,

Questo sito utilizza solo ed esclusivamente cookie tecnici per garantirvi una migliore navigazione.