Skip to content

Nominare un DPO, 15 buoni motivi.

Il nuovo Regolamento Europeo introduce la figura del Responsabile della Protezione dei Dati, il DPO, sapere perchè e quando nominarlo è importante. Ecco dei buoni motivi.

Il nuovo Regolamento Europeo introduce la figura del Responsabile della Protezione dei Dati, meglio conosciuto come DPO. Attraverso il suo lavoro, le sue competenze, il GDPR si amplia, si fa consuetudine, per diventare parte integrante del lavoro quotidiano di chi si affida al DPO.

Ma quali sono le ragioni più evidenti per usufruire al meglio di questa figura, vediamole riassumendole in alcuni punti.

  1. La nomina di un DPO riduce il rischio legale;
  2. La nomina di un DPO contribuisce alla riduzione delle formalità;
  3. La  nomina  di  un  DPO  consente  a  un’organizzazione  di  beneficiare  di  un  rapporto privilegiato con il Garante Privacy, con contatti dedicati;
  4. La nomina di un DPO consente a un’organizzazione di implementare il trattamento dei dati personali più rapidamente;
  5. La nomina di un DPO migliora l’immagine del marchio dell’organizzazione;
  6. La  nomina  di  un  DPO  può  contribuire  a  migliorare  il  clima  sociale  (gestione  della sorveglianza informatica);
  7. La nomina di un DPO promuove l’implementazione di un approccio di qualità alla gestione delle informazioni all’interno dell’organizzazione (mappatura dei processi);
  8. La nomina di un DPO aiuta a migliorare la politica di sicurezza IT dell’organizzazione;
  9. La  nomina  di  un  DPO  aiuta  a  ridurre  i  costi  di  elaborazione  delle  informazioni (razionalizzazione del trattamento, cancellazione dei dati obsoleti);
  10. La nomina di un DPO aiuta a ridurre i costi di gestione del cliente (esercizio del diritto di accesso, gestione del contenzioso);
  11. La nomina di un DPO permette di individuare, e quindi controllare, i costi già sostenuti per il rispetto delle normative informatiche e di libertà;
  12. La designazione di un DPO consente una migliore valutazione del patrimonio informativo;
  13. La nomina di un DPO facilita l’implementazione di nuovi servizi online;
  14. La nomina di un DPO aiuta a sviluppare la collaborazione e le sinergie tra i dipartimenti (legale, IT, marketing, ecc.);
  15. La  nomina  di  un  DPO  rafforza  il  rapporto  fiduciario  con  clienti,  fornitori,  finanziatori, collaboratori ecc.

Documentazione allegata

Condividi:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn

Comments are closed for this article!

Dal Blog

Articoli Correlati

Il Referente interno

Mansioni riservate alla persona di riferimento e collegamento, tra il Responsabile della Protezione Dati ed il Titolare. Al Referente Privacy sono attribuite almeno le seguenti

Nominare un DPO, 15 buoni motivi.

Il nuovo Regolamento Europeo introduce la figura del Responsabile della Protezione dei Dati, il DPO, sapere perchè e quando nominarlo è importante. Ecco dei buoni

Glossario GDPR

Quando si parla del nuovo Regolamento UE 2016/679 o GDPR (General Data Protection Regulation) si fa riferimento a tutta una serie di nuove definizioni, che

Questo sito utilizza solo ed esclusivamente cookie tecnici per garantirvi una migliore navigazione.