Skip to content

Tutela dei dati: un nuovo modo di organizzazione

privacy policyCon il nuovo Regolamento Europeo, cambia l’approccio alla tutela dei dati.

Da adempimento a processo produttivo: la tutela dei dati cambia il metodo organizzativo.  Il D.lgs. 196/2003  aveva indicato una serie di misure minime da adottare.  Il nuovo Regolamento sposta l’attenzione sulla responsabilità di quali misure sia opportuno adottare.

Non c’è solo la richiesta di rispettare le norme, ma mettere in pratica le stesse norme: servirà DIMOSTRARE, di aver valutato i rischi e quindi avere una risposta adeguata. Una strategia trasparente verso i soggetti che hanno fornito i propri dati. La protezione dei dati non può essere più delegata, ma sarà l’organizzazione del titolare che avrà importanza. I dati diventano la materia prima del proprio business, l’elemento che va elaborato per generare fatturato.

Le nuove regole Europee infatti pongono fine a restrizioni di carattere giuridico e amministrativo, che imponevano la gestione locale dei dati e non consentivano di veicolarli nel mercato UE. Ecco quindi che per cogliere le opportunità che un mercato “allargato” possono offrire, occorre agire subito, in modo che la PRIVACY diventi il motore di nuovi traguardi e non sia più solo obblighi e adempimenti. Occorre aprire la propria mente al cambiamento, alla consapevolezza del nuovo.