Skip to content

Unico PF

Sono obbligati a utilizzare il modello Unico Pf i contribuenti che:

  • nell’anno precedente (cioè, quello oggetto di dichiarazione) hanno posseduto redditi d’impresa, anche in forma di partecipazione, redditi di lavoro autonomo per i quali è richiesta la partita IVA, redditi “diversi” non compresi fra quelli dichiarabili con il modello 730, plusvalenze derivanti dalla cessione di partecipazioni qualificate o derivanti dalla cessione di partecipazioni non qualificate in società residenti in Paesi o territori a fiscalità privilegiata, i cui titoli non sono negoziati in mercati regolamentati, redditi provenienti da “trust”, in qualità di beneficiario
  • nell’anno precedente e/o in quello di presentazione della dichiarazione non risultano residenti in Italia
  • devono presentare anche una delle dichiarazioni: IVA, IRAP, Modello 770 ordinario e semplificato
  • devono presentare la dichiarazione per conto di contribuenti deceduti

Inoltre, anche i contribuenti che utilizzano il modello 730 potrebbero avere la necessità di presentare alcuni quadri del modello Unico Pf (come il quadro RW – Investimenti e attività finanziarie all’estero – Monitoraggio – IVIE/IVAFE).

Per una corretta compilazione devono essere presentati i seguenti documenti:

  • Documento di identità e codice fiscale del dichiarante
  • Documento di identità e codice fiscale del coniuge e dei familiari a carico (nel caso di figli disabili verbale della legge 104)
  • Mod. 730 o Mod, Unico PF dell’anno precedente
  • Certificazione Unica (ex CUD) del datore di lavoro, o ente pensionistico, per dipendenti, pensionati, titolari di collaborazione coordinata continuativa,
  • Certificazione Unica di disoccupazione, mobilità, maternità, cassa integrazione, corrisposte direttamente dall’INPS, indennità temporanea per infortuni pagata direttamente dall’INAIL, borse di studio
  • Certificazione relativa ad eventuali pensioni estere
  • Assegni periodici percepiti dal coniuge separato o divorziato (presentera sentenza di separazione o divorzio)
  • Terreni: visura catastale aggiornata e/o rogito nel caso di acquisto o vendita nel corso dell’anno precedente e denuncia di successione completa di voltura in caso di eredità;
  • Fabbricati : visura catastale aggiornata e/o rogito nel caso di acquisto o vendita nel corso dell’anno precedente e denuncia di successione completa di voltura in caso di eredità;
  • Contratto di affitto per locatori che hanno stipulato un contratto di locazione “a canone convenzionale” ex legge 431/1998 (art.2 comma 3) e contratto di affitto a “soggetti in condizioni di disagio abitativo” ex D.L. 240/2004;

Spese sanitarie e per disabili:

  • Spese mediche: visite specialistiche, esami di laboratorio, ticket, protesi sanitarie, spese per assistenza specifica. Cure fisiche e cure termali con relativa prescrizione medica;
  • Spese per acquisto di farmaci;
  • Spese per mezzi necessari alla deambulazione di persone con difficoltà motorie;
  • Spese per l’acquisto di sussidi tecnici ed informatici;
  • Spese per l’acquisto di cani guida per non vedenti;
  • Spese per l’assistenza specifica dei disabili (rette casa di riposo) e per l’assistenza resa da badanti;

Spese per la famiglia:

  • Tassa d’iscrizione alle scuole medie superiore, all’Università e rette pagate nell’anno precedente per l’asilo nido;
  • Spese sostenute per la frequenza di scuole dell’infanzia, del primo ciclo di istruzione e della scuola secondaria di secondo grado
  • Spese per l’adozione di minori stranieri (certificate dall’ente che cura la procedura dell’adozione);
  • Contributi versati all’INPS per addetti servizi domestici;

Spese per assistenza di Badanti per persone non autosufficienti:

  • Assegni periodici corrisposti al coniuge;
  • Spese funebri;

Spese per la casa:

  • Interessi passivi per mutui ipotecari, per l’acquisto dell’abitazione principale (è indispensabile portare sia il contratto di mutuo che l’atto di acquisto dell’immobile);
  • Interessi passivi per mutui ipotecari, per la costruzione dell’abitazione principale (è indispensabile portare il contratto di mutuo, le fatture delle spese sostenute e copia concessione edilizia);
  • Spese per manutenzione e ristrutturazione per le quali spetta la detrazione del 36% o 55%
  • Spese 36/41% su parti condominiali. In questo caso è necessario esibire la
  • Certificazione e la documentazione rilasciata dell’Amministratore;

Spese Assicurative e Previdenziali:

  • Spese per assicurazioni vita/infortuni (ricevute + contratto di stipula);
  • Contributi versati per SSN su RC Auto;
  • Contributi versati all’INAIL per assicurazione casalinghe;
  • Forme pensionistiche complementari ed individuali (ricevute + contratto di stipula);
  • Contributi previdenziali(versamenti a ordini professionali, riscatto laurea, ricongiunzione contributiva, versamenti volontari, ecc.).

Altre Spese:

  • Consorzi di bonifica;
  • Erogazioni a favore di: ONLUS, società di mutuo soccorso, partiti e movimenti politici, enti culturali e musicali (tra cui la Biennale di Venezia), società sportive dilettantistiche, associazioni di promozione sociale (effettuati con versamento postale o bancario, carte prepagate, assegni bancari o circolari);
  • Contributi per i paesi in via di sviluppo (ONG);
  • Erogazioni a favore di: istituzioni religiose, per oneri difensivi dei soggetti che fruiscono del gratuito patrocinio;
  • Spese veterinarie;
  • Contratto di affitto per inquilini che hanno stipulato contratto di locazione a canone convenzionale ex legge 431/1998 (art.2 comma 3) e per i lavoratori dipendenti che abbiano trasferito la residenza per motivi di lavoro.